Posted on Lascia un commento

Nella mente del principiante

   Nella mente del principiante
L’americana Ashima Shiraishi (13 anni) scala un 9a/9a+
da Climb n. 122 (www.climbmagazine.com)

L’enorme grotta calcarea di Santa Linya a Lleida (Spagna) è senza dubbio uno dei luoghi più “caldi” per l’arrampicata sportiva. Sede di più di un centinaio di vie da torcicollo, in maggioranza conta vie di grado 8. Accanto a queste è più di una dozzina di gradi 9. Per questo il grottone è stato frequentato a lungo da gente come Dani Andrada, Chris Sharma e Adam Ondra, allo scopo di spingere oltre il limite.

La grotta di Santa Linya, Lleida, Spagna
Ashima-SantaLinya-cliffIl 17 marzo 2015 a questi nomi leggendari si aggiunto quello assai più minuscolo di una ragazzina americana di 13 anni, Ashima Shiraishi. Dopo aver cominciato ad arrampicare sui blocchi (Brooklyn Boulders) del famoso Central Park di New York, sua città natale, già da quando aveva cinque anni, Ashima non ci ha messo molto a eccellere.

All’inizio concentrata solo sul boulder, a otto anni ha salito dei 7c+/V10. E solo due anni dopo è diventata una delle poche donne a riuscire su 8b/V13. Diventata adolescente, ha cominciato a salire in cordata e da prima assai seriamente: con il risultato di riuscire a salire quello che è un vero e proprio test, Southern Smoke (5,14c o 8c+), a Red River Gorge.

Ashima Shiraishi
Ashima-5a2e629d-d8b7-4c96-a259-d5eabc221c7a-400x600Ashima è andata a Santa Linya l’anno scorso approfittando di una vacanza scolastica, riuscendo a collezionare una bella messe di gradi 8 ottenuti in tempi brevissimi, incluso La Fabela (8c+) e Rollito Sharma Extension (8c) nello stesso giorno!

 

Nella primavera di quest’anno Ashima è tornata, nei giorni di un’altra vacanza, nello stesso luogo. E questa volta si è dedicata senza indugi a Open your mind Direct, una linea lunghissima al centro della grotta, che comincia con un difficile passo boulder e prosegue verso il bordo finale con movimenti continui e faticosissimi. Aperta nel 2008 dall’asso spagnolo Ramón Julián Puigblanque, il suo grado iniziale di 9a+ è stato in seguito ridimensionato a 9a dopo le ripetizioni di Magnus Midtbø e di Adam Ondra. Poi successe che un appiglio si ruppe e nessuno era più riuscito a ripetere la via. Fino all’arrivo e al successo di Ashima Shiraishi!

C’è il sospetto che, con l’appiglino rotto, Open your mind Direct possa essere ritornata al 9a+, ma anche se questo non fosse vero, la salita di Ashima si pone accanto a quella di Josune Bereziartu, che scalò nel 2005 Bimbaluna (9a/9a+): le due imprese top dell’arrampicata sportiva femminile.

Al di là degli aridi numeri, è impressionante notare che questo successo è stato ottenuto da Ashima sfruttando solo le vacanze, tra l’altro riuscendo ad affrontare con profitto gli impegnativi programmi scolastici. Alla faccia di chi dice che per lui gli appigli a volte sono troppo lontani, va detto che Ashima è alta 1,37 m.

Ashima Shiraishi su Open your mind Direct, Santa Linya
Ashima-10843667_1563926180537634_1487739442_nIl nostro titolo si rifa al motto di Daisetsu Teitarō Suzuki per il quale “nella mente del principiante ci sono molte possibilità, in quella dell’esperto poche”. Per sottolineare il fatto che a 13 anni Ashima è davvero solo all’inizio di quella che sembra essere una carriera sfolgorante: la sua mente è in quello stato tipico dei giovanissimi, scevro dal peso dell’esperienza, nel quale semplicemente i limiti sembrano non esistere (almeno nel modo in cui questi si presentano negli stadi ulteriori della vita).

Se si considera che Adam Ondra, il miglior arrampicatore sportivo del mondo, raggiunse il 9a/9a+ (solo!!) a 15 anni, allora non ci rimane che pensare che nel caso di Ashima tutto potrebbe rivelarsi possibile.

E lei ce lo ha confermato poco dopo, salendo (sempre a Santa Linya) un altro 9a/9a+, Ciudad de Dios.

Ashima Shiraishi a 11 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.