Posted on Lascia un commento

Una figata di hotel

Una figata di hotel

Sono tre camere appese alla roccia, a strapiombo sulla Valle Sagrado de los Incas (Cuzco), in Perù, uno dei luoghi un tempo sacri alla cultura Inca.

L’hotel Skylodge Adventure pretende d’essere isolato da tutto e da tutti. Lo chiamano anche capsule hotel, per via dello spazio esiguo. Però le camere, che loro chiamano suite, costano 430 euro a notte con formula di mezza pensione. Sono fatte di alluminio e policarbonato e misurano 7,3 x 2,4 metri, hanno quattro letti, un salotto, il bagno privato e l’illuminazione a energia solare. Per chi non ha il terrore del vuoto, c’è anche una piattaforma esterna da cui godere del panorama, ovviamente mozzafiato.

Per arrivarci bisogna arrampicarsi per circa trecento metri lungo la via ferrata di Pachar, completa di “emozionanti” traversate a zip-line. Le camere sono letteralmente appese alla roccia. Avvertono chi soffre di vertigini che la cosa non fa per lui.

Promettono tanto silenzio, dimenticando il significato di questa parola. E garantiscono tanta privacy, dato che le capsule sono completamente trasparenti ma dotate di tendine. C’è chi trova l’idea “folle ma bellissima”.

Chi propone questo impagabile trip è Natura Vive che promette scariche di adrenalina ed emozioni indimenticabili agli “avventurieri” che vorranno cimentarsi (basta infatti avere “senso dell’avventura, una forte presa e nessuna paura del vuoto”). Pare che la via ferrata sia stata costruita in modo da non essere troppo difficile per i principianti ma neppure troppo facile per i più esperti.

Due “avventurieri” raccontano la loro esperienza (in inglese) qui. Se non avete voglia di far traduzioni potete farvi un’idea guardando questo film:

Ed ecco ora un piccolo album fotografico:

UnaFigataDiHotel-1

UnaFigataDiHotel-2

UnaFigataDiHotel-3

UnaFigataDiHotel-4

UnaFigataDiHotel-5

UnaFigataDiHotel-6

UnaFigataDiHotel-7

UnaFigataDiHotel-8

UnaFigataDiHotel-9

UnaFigataDiHotel-10