(74) Gliarchiviritrovati – un percorso fra… i monti

23,00

Descrizione

Giuseppe “Popi” Miotti
Bellavite Editore, 2013
formato 22 x 23 cm – 180 pagine

Dalle scalate con i rigidones, gli scarponi degli anni ’60, alla grande rivoluzione di tecniche e di idee del Nuovo Mattino del Sassismo, fino alla piolet traction e ai giorni nostri.

Scrivere un libro sulle mie scalate non mi pareva il caso – scrive Miotti spiegando il perché di questo volume -, però, guardando alle spalle 40 anni e passa di vette e valli, mi è parso di scorgere un certo senso in tutto quel darsi da fare come scalatore, come guida, come scrittore (scribacchino), come disegnatore. Tutto, infatti, ruotava (e ruota) attorno alle montagne e alla cultura delle montagne, ambiente dal quale non mi sono mai voluto staccare anche in ogni aspetto della mia professione. Non mi decidevo a dar ciompo all’idea e la spinta definitiva è giunta inaspettata da una foto speditami da un’amica in cui sono ritratto nel momento esatto in cui, senza troppa consapevolezza, imboccavo la mia strada. In poco tempo è nato lo scritto che, sebbene parli di cime e scalate, definirei un libro di ‘non alpinismo’. Avrei potuto affidarlo ad un editore, ma avrei dovuto sottostare alle regole della collana o dei formati a lui graditi. Volevo invece che dal primo titolo all’ultimo, dalla prima didascalia all’ultima, dal primo capitolo all’ultimo, dalla prima immagine o elaborazione grafica (schizzi e disegni) all’ultima tutto dovesse far parte di un messaggio che non poteva essere diluito o spezzato. Quindi ho scelto il formato, la carta e tutto il resto e me lo sono finanziato. Pertanto nei pregi e nei difetti è uscito il mio libro, esattamente come volevo”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “(74) Gliarchiviritrovati – un percorso fra… i monti”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.